Osservare una corretta alimentazione, si sa, è un buon punto d’inizio per mantenersi in salute, ma ciò che forse non sapevi è che mangiare in maniera sana ed equilibrata aiuta a mantenere in forma anche le funzionalità del nostro udito.

La dieta mediterranea di per sè è una garanzia, in quanto ci permette di introdurre una varietà ampia di alimenti contenente i nutrienti necessari per salvaguardare le nostre funzioni vitali. Inoltre è emerso da uno studio del Brigham and Women’s Hospital pubblicato sul Journal of Nutrition che, chi segue un regime alimentare mediterraneo, ha un rischio del 30% in meno di soffrire di ipoacusia moderata o acuta.
Ma quali sono in realtà i principali cibi che ci permettono di mantenere il nostro udito in salute? Secondo alcuni studi sostenuti dall’American Academy of Otolaryngology-Head and Neck Surgery Foundation l’assunzione di acido folico, o vitamina B9, aiuta a mantenere in salute l’orecchio ed ha una funzione preventiva; inoltre riduce le possibilità di peggiorare la perdita uditiva su soggetti che già hanno riscontrato un calo.
Questo nutriente è presente principalmente nei seguenti alimenti: negli ortaggi a foglia verde, come lattuga e spinaci, nei broccoli, negli asparagi, negli agrumi, in particolar modo nei limoni e arance, nelle fragole, nei kiwi, nei cereali e nel fegato.
Esistono inoltre altri nutrimenti che, anche se in quantità inferiore, aiutano a salvaguardare le funzionalità del nostro udito, come ad esempio la vitamina E contenuta nei semi e nella frutta secca, la vitamina B6 contenuta in cereali, patate dolci e banane, la vitamina B12 contenuta nei cibi di origine animale, il magnesio contenuto nel grano e nelle verdure a foglia e lo zinco contenuto in noci, carne, formaggio e alimenti a base di grano.
In conclusione porre attenzione agli alimenti che introduciamo nel quotidiano favorisce una vita più sana e aiuta a preservare un udito migliore, anche quando l’età avanza e l’udito tende a diminuire.

I commenti sono chiusi.